Freedom Roberto Giacobbo
27 Novembre 2020

Freedom – Oltre il confine: le risposte a tutte le domande sul programma condotto da Roberto Giacobbo

By Mr. Odo

Freedom – Oltre il confine: in cosa consiste il programma di Italia 1 condotto da Roberto Giacobbo? Quante edizioni sono andate in onda? Come si possono rivedere le puntate già trasmesse? Se cerchi una risposta a queste domande continua a leggere.

In cosa consiste il programma?

Avventura, scoperta e indagine: in ogni Roberto Giacobbo accompagna il telespettatore in un viaggio alla ricerca della conoscenza, caratterizzato dal desiderio costante di andare oltre per scoprire l’ignoto e farsi stupire dalle meraviglie della natura e della storia.

I documentari esclusivi, narrati dalla voce di Riccardo Mei, sono realizzati da una troupe di 16 elementi con telecamere in alta definizione e droni. Le ricostruzioni dei siti archeologici sono state riprodotte virtualmente utilizzando scanner 3D a laser o attraverso la costruzione di modelli a nuvole di punti.

Freedom quando va in onda e dove?

Il programma ha esordito il 20 dicembre 2018 su Rete 4. Dopo otto puntate è stato rinnovato per una seconda stagione, sempre su Rete 4, trasmessa dal 22 maggio al 9 luglio. La terza edizione, invece, va in onda da venerdì 11 settembre 2020 in prima serata su Italia 1.

Freedom 2020 puntate

Le puntate della terza edizione sono tredici, tutte in onda venerdì alle 21.20 su Italia 1. Nelle nuove puntate Roberto Giacobbo riserva un’attenzione particolare alle imprese degli italiani nel mondo e si avvale di una nuova tecnologia: un furgoncino di 60 centimetri telecomandato. Non solo: dalla quinta puntata entra in azione Robbo, l’avatar di Roberto Giacobbo di cui vedremo la creazione nelle prime quattro puntate.

Nelle nuove puntate vedremo spettacolari immagini da Stati Uniti, Egitto, Irlanda, Francia e, ovviamente, Italia.

Puntata 11 settembre

Nella prima puntata, si ende omaggio agli eroi che 19 anni fa, a New York, hanno affrontato l’attacco al World Trade Center. Due, le testimonianze esclusive: una ragazza italiana presente al momento del crollo e il capo dei Vigili del Fuoco di New York, anch’egli di origini italiane. La squadra di Freedom, unica TV europea, ha partecipato a una commovente cerimonia in ricordo dei pompieri caduti nel disperato tentativo di salvare il maggior numero di vite umane.

A Milano ha subito un destino simile a quello dei grattacieli di Manhattan, la torre più alta del Castello Sforzesco: progettata nel ‘400, distrutta un secolo dopo è stata ricostruita nei primi del ‘900. Oggi è chiusa al pubblico, ma grazie a un permesso speciale le telecamere di Freedom mostrano per la prima volta in TV gli interni di questo edificio.

In Egitto, con l’immancabile Zahi Hawass, Giacobbo va alla scoperta di uno dei monumenti più enigmatici del Paese: il Serapeo di Saqqara, una sorta di bunker sotterraneo dell’antichità, dove sono custoditi 24 sarcofagi giganti, realizzati con il granito di una cava distante quasi mille chilometri.

Infine, in Sicilia, più precisamente sull’Etna, esistono ben 40 piramidi. Perché? Con il truck di Freedom, Giacobbo sale sull’orlo di uno dei crateri del vulcano più grande d’Europa, alla ricerca della soluzione a questo mistero dimenticato.

Puntata 18 settembre

In apertura di puntata, un’indagine davvero oltre il confine, a metà strada tra storia e X-Files. A fare da scenario al reportage, uno dei luoghi più belli del pianeta, il Grand Canyon: qui, secondo le cronache di un giornale dell’Arizona, oltre 100 anni fa un esploratore trovò un’immensa cavità sotterranea dove erano custodite le tracce di un’antica civiltà perduta. All’interno di questa grotta, tra le più grandi di tutto il Nord America, sarebbero nascoste centinaia di mummie, insieme ad altri reperti. Ma cosa c’è di vero in questa vicenda? È possibile che le istituzioni americane abbiano insabbiato questa scoperta? E per quale motivo? Le telecamere di Freedom hanno raccolto una testimonianza inedita, che potrebbe far luce sul mistero…

E, a proposito di misteri, uno dei temi che appassionano il pubblico di Freedom riguarda i Cavalieri Templari: perché questi monaci guerrieri sono stati perseguitati? Quali conoscenze possedevano? Quali tesori? Questa volta, Giacobbo cerca le loro tracce in Abruzzo, in una piccola chiesa medievale tornata al suo antico splendore dopo il terremoto del 2009. Al suo interno, un indizio a favore dell’autenticità della Sindone…

Da una piccola chiesa sperduta, a uno dei monumenti più famosi d’Italia: la Mole Antonelliana. Con i suoi 170 metri di altezza, quando fu inaugurata, alla fine dell’Ottocento, era l’edificio in muratura più alto del mondo. Da allora è rimasto il simbolo di Torino, il sogno verticale di un architetto ambizioso, Alessandro Antonelli, che purtroppo non ne ha potuto ammirare il suo completamento. Giacobbo sale sul punto più alto della Mole, normalmente accessibile solo a pochissimi addetti alla manutenzione, per mostrare immagini uniche e mai viste prima in TV.

Infine, insieme al professor Zahi Hawass, in un lungo percorso attraverso il Nilo, da Saqqara a Luxor fino all’estremo sud, alla ricerca di uno dei più grandi geni del passato, l’architetto che ha realizzato la più antica piramide giunta fino a noi. Il suo nome era Imhotep, ma molti lo hanno ribattezzato l’uomo che ha inventato l’Antico Egitto.

Puntata 25 settembre

In apertura, Freedom si chiede se sia possibile, come riportano testi religiosi e tradizioni popolari in ogni parte del mondo, che in un’epoca lontanissima siano esistiti uomini giganti. C’è un luogo dove decine di persone sostengono di averne trovato le tracce: la Sardegna. Qui, da anni vengono annunciati ritrovamenti di ossa enormi, femori, denti e teschi umani di proporzioni smisurate. Testimoni credibili parlano di queste leggende tramandate da secoli.
 
Negli spazi infiniti delle praterie d’oltreoceano, negli Stati UnitiFreedom percorre la madre di tutte le strade, simbolo del sogno di libertà americano: la mitica Route 66. La sua leggenda ha ispirato registi, scrittori e viaggiatori, mentre percorrerla oggi è come fare un pellegrinaggio, per rivivere un tempo che non c’è più. In Arizona, Giacobbo incontra l’angelo che ha saputo custodire e tutelare la memoria di questa strada storica.
 
In Abruzzo, Giacobbo visita l’antica città romana di Amiternum e si immerge nelle acque gelide della cosiddetta Atlantide Italiana, il Lago di Capo d’Acqua, tra i più limpidi d’Europa, un paradiso che custodisce una vera e propria città sommersa.
 
A seguire, rotta verso il Sud della Francia sulle tracce di Maria Maddalena, uno dei personaggi più affascinanti e dibattuti della cristianità. È sicuramente la donna più famosa dei Vangeli dopo la Madre di Gesù. Perché il suo culto non è così diffuso? Perché la sua figura non viene considerata allo stesso livello degli altri Apostoli? Si racconta che Maddalena, fuggita dalla Palestina, sia approdata in Provenza dove avrebbe diffuso la parola di Cristo e si sarebbe raccolta in preghiera in una grotta, rimanendovi per almeno trent’anni. Freedom visita quella che viene considerata la sua tomba, con il teschio visibile attraverso la teca.
 
In chiusura, una pagina di storia rimasta segreta per anni: all’interno di un monte a 50 chilometri da Roma, il Soratte, si cela un immenso bunker voluto da Mussolini e utilizzato dal comando nazista come rifugio, durante l’avanzata delle truppe alleate. Secondo testimonianze, qui i tedeschi avrebbero nascosto 70 tonnellate d’oro.

In seguito, la rete di gallerie è stata riconvertita a bunker anti-atomico, a servizio del governo italiano negli anni della Guerra Fredda. Che fine avrebbe questo oro? E come avrebbe reagito l’Italia in caso di attacco nucleare? Giacobbo ripercorre queste vicende, da una delle più grandi opere di ingegneria militare d’Europa.

Puntata 2 ottobre

In apertura, dall’Egitto, il Tempio di Abu Simbel, grande capolavoro del faraone Ramses II. Un’opera imponente, che fino a 50 anni fa si trovava 210 metri più avanti e 65 metri più in basso di dov’è ora. Il tempio sarebbe stato inghiottito dalle acque del Nilo, se non fosse stato spostato da una squadra internazionale guidata da italiani. Le telecamere di Freedom hanno incontrato uno dei nostri operai che ha salvato il monumento. 

Giacobbo entra poi all’interno di Abu Simbel, per raccontare la sua storia e quella di un altro tempio, dedicato a Iside, e delle due isole diverse che lo hanno ospitato.

La ricerca sui giganti in Sardegna continua: è possibile che su quest’isola, in un passato remoto, abbia vissuto una stirpe di uomini altissimi? Nuove testimonianze sorprendenti, anticipano l’incontro con un vero gigante, ancora in vita, dopo 4.000 anni: l’albero più antico d’Italia, tra i cinque più longevi al mondo.

Le ultime frontiere della scienza portano a Torino, nel centro di ricerca di Thales Alenia Space, l’Agenzia Spaziale Italiana che sta ponendo le basi per le prossime missioni su Marte. L’obiettivo è cercare tracce di vita sul Pianeta Rosso, attraverso lo studio della sua atmosfera e, per la prima volta, trivellando la sua superficie. Un passo fondamentale, prima di poter pianificare l’invio di astronauti su Marte.

A seguire, un doveroso tributo a uno straniero che ha contribuito a custodire le bellezze del Paese. È il caso di una donna, scozzese, che riuscì a salvare dalla distruzione una delle perle della nostra penisola: Portofino. Quello che un tempo era un borgo di pescatori, con le tipiche case color pastello, oggi è una meta conosciuta in tutto il mondo. Ma quel porticciolo fiabesco, che il mondo ci invidia, ha rischiato di essere cancellato per sempre per opera dei nazisti, se non fosse stato per la baronessa Jeannie Watt Von Mumm, che – pronunciando una sola frase – convinse i tedeschi alla ritirata.

E infine: possibile che una piramide possa nascondersi nel cuore del territorio laziale, vicino Viterbo? Da quando è stata ripulita dalla vegetazione che la copriva viene chiamata la Piramide Etrusca. Si tratta di un grande monumento di pietra, sicuramente modellato dall’uomo, il cui significato non è stato ancora compreso.

Puntata 9 ottobre

In apertura, l’approfondimento sul tema del Covid-19 offre la testimonianza dello stesso Giacobbo, colpito dal virus a marzo scorso. Una prova che lo ha visto a un passo dalla fine, fortunatamente seguita da un recupero rapido e totale. Nel servizio successivo, il tributo a Madre Teresa, la santa vissuta tra i poveri di Calcutta che ha segnato la storia del Novecento, vede la presenza del Cardinale Angelo Comastri, che l’ha incontrata molte volte e ne conserva un ricordo lucido e appassionato. Giacobbo ripercorre la vicenda umana e spirituale della suora missionaria.

La sala sotterranea più grande del mondo si trova in Italia: si tratta della Grotta Gigante di Trieste. La bellezza e la magia di questo luogo, un vero e proprio monumento della natura, sono frutto di un lavoro iniziato 10 milioni di anni fa. Goccia dopo goccia, l’acqua è riuscita a creare uno scenario unico al mondo: un sistema di oltre 3.000 cavità sotterranee, accessibili grazie a una scalinata di 500 gradini. Giacobbo li percorre raccontando le storie e le leggende di questo incredibile spettacolo della natura.

Dall’Oltreoceano, Freedom dà conto dei segreti della rete di ferrovie e metropolitane più grande del mondo: quella di New York. Un viaggio nel cuore pulsante della città simbolo dell’economia americana, per scoprire come sia possibile garantire gli spostamenti di una metropoli che conta quasi 24 milioni di abitanti.

Dopo la Sicilia – con una visita nei luoghi colpiti dai terremoti del 1908, 1968 e 2018 -, la serata si conclude al Pozzo di Osiride, nella Piana di Giza, in Egitto.

Puntata 13 novembre

C’è una pagina poco conosciuta della storia contemporanea ed è ambientata sotto il Lago di Garda. Qui, tra Trentino e Veneto, esiste un tunnel costruito per governare le piene dell’Adige. Ma oltre alla sua funzione idrica, questa importante opera di ingegneria nasconde un segreto: in questa galleria, infatti, i Nazisti hanno sviluppato delle armi sperimentali, con cui contavano di schiacciare l’esercito alleato. Quali prove sono rimaste di quei test? Recenti indagini hanno fatto affiorare i progetti di armi rivoluzionarie che avrebbero potuto rovesciare l’esito della II Guerra Mondiale.

Dal passato, al futuro: Michel de Nostredame detto Nostradamus è senza dubbio il veggente più famoso di tutti i tempi. Freedom entra nella sua casa di Salon-de-Provence, nel sud della Francia, dove ha tradotto le sue visioni del futuro in centinaia di enigmatiche profezie. Giacobbo conduce un’indagine su quest’uomo che ha varcato i confini dell’ignoto e i cui testi fanno ancora discutere, a 500 anni di distanza.

Nel quarto appuntamento del Museo dell’Impossibile si parla di streghe e maghi: c’è chi ha raccolto e collezionato i loro oggetti…

Nei mari italiani, Freedom va alla scoperta di meravigliesommerse: tra queste un relitto affondato a largo di Trapani, che trasportava un carico di libri molto particolare.

Infine, i Cavalieri Templari: è possibile che il fondatore dell’ordine dei monaci guerrieri non fosse un francese, ma un italiano di origine campane? A Verona esiste la tomba di un Gran Maestro Templare? Per rispondere a queste domande Giacobbo ascolta alcuni testimoni e interpella la scienza: l’esame del DNA farà luce sulla vera identità dell’uomo sepolto a Verona.

Puntata 20 novembre

Atlantide, il mito, la leggenda, la ricerca infinita: da secoli esploratori e studiosi si affannano sulle tracce del continente perduto. Ma davvero può essere esistita una grande isola di cui si è persa la memoria? O si tratta solo di fantasia? Giacobbo affronta una delle ipotesi più affascinanti legate al mito platonico: nell’Oceano Atlantico, infatti, esiste realmente un’isola dalla storia millenaria, abitata fin dai tempi più remoti, dove testimonianze di pietra rimandano a una civiltà scomparsa: è l’IrlandaFreedom viaggia nell’Isola di Smeraldo sulle tracce di un passato dimenticato.

È stato osservato, fotografato e visitato come pochi altri posti al mondo. La sua sagoma, con la sua torre di 95 metri di altezza, ha un profilo così caratteristico da renderlo inconfondibile. È Palazzo Vecchio, uno dei simboli di Firenze. Nelle sue stanze sono passati politici, artisti e soprattutto una famiglia che ha lasciato il segno nella storia italiana: i Medici. Cosa nascondono le camere segrete di Cosimo I? Cosa sappiamo degli esperimenti alchemici di Francesco I? È possibile che dietro una parete della famosa Sala dei 500 sia ancora nascosta una meravigliosa opera di Leonardo da Vinci?

Mondi sotterranei: cosa si nasconde sotto ai nostri piedi, negli oltre 6.000 chilometri che ci separano dal centro della Terra? Da sempre l’uomo ha immaginato mondi sotterranei popolati da civiltà progredite e da esseri fantastici. Ma è mai stato trovato nulla a supporto di queste leggende?

Infine, nuovo appuntamento con il Museo dell’Impossibile dedicato a esseri leggendari e inquietanti come l’uomo-nutria o il re dei ratti. Le telecamere di Freedom mostrano lo scheletro di un fantomatico Chupacabra, un animale del folklore latino-americano capace di far strage di bestiame…

Puntata 27 novembre

In viaggio a bordo di un piroscafo d’epoca per raggiungere l’Isola di Loreto, una vera e propria perla incastonata tra le acque del Lago di Iseo, in Lombardia. Un luogo splendido, le cui storie si intrecciano persino con quelle di Leonardo da Vinci. L’isoletta, da sempre vietata ai turisti, per la prima volta apre le porte ad un troupe televisiva – con un permesso speciale – alla scoperta di anni di storia e segreti avvolti nel mistero.

La misteriosa fine dei Templari: cosa sappiamo veramente di questi monaci guerrieri? È vero che il loro arresto venne deciso a tavolino? E perché? Per cercare risposte la squadra di Freedom si reca a Carcassonne, nel Sud della Francia, dove si sono svolti alcuni interrogatori dai risvolti sorprendenti: molti indizi portano alla più famosa e discussa reliquia della cristianità, la Sindone.

A Capo Caccia, in Sardegna, a pochi chilometri da Alghero, Giacobbo entra all’interno della Grotta di Nettuno, uno dei gioielli naturalistici più affascinanti di tutto il Mediterraneo e, inerpicatosi per 654 scalini, mostra le incredibili scenografie sotterranee della grotta, realizzate da Madre Natura nel corso di milioni di anni.

E ancora: cosa si cela nelle profondità della Terra? Dalla notte dei tempi l’uomo ha immaginato l’esistenza di misteriose creature, di immensi tesori o anche di civiltà progredite. Freedom compie un viaggio alla scoperta dei segreti di quei mondi sotterranei in cui l’uomo ha potuto mettere piede.

Freedom tecnologia

I documentari sono confezionati da uno staff di 40 elementi, di cui 16 per le riprese in trasferta. Le macchine da presa hanno lenti cinematografiche. Tra le attrezzature figurano microcamere, fotocamere leggere, action cam, nove telecamere UHD, di cui una montata sul Mini-Freedom-Track e droni. Infine per la realizzazione di alcuni servizi si usano anche AR, scanner 3D, laser e modelli a nuvole di punti.

Freedom repliche

Rete 4 e Focus hanno trasmesso in replica le puntate nell’estate del 2020. E’ possibile vederle online collegandosi al sito Mediasetplay.

Freedom rivista

Il programma ha anche una rivista collegata, Freedom Magazine, venduta ogni mese al prezzo di 3,99 €. La prima uscita della nuova edizione è prevista per il 22 sttembre.